Basta!

15 agosto, 2008 alle 0:01 | Pubblicato su Uncategorized | 2 commenti

Oggi, a cena, ho rischiato di impazzire. La combinazione Sasage-san + Furuya-san è qualcosa che non riesco a reggere per più di trenta minuti filati. Parlano velocissimi. Si mangiano le parole. La signora Furuya, a un certo punto, mi ha detto di non preoccuparmi se non riuscivo a capire quello che stava dicendo suo marito: non lo capiva neanche lei. Tanto per dire.

Per la prima volta in vita mia, ho odiato la lingua giapponese. Dopo un’ora di discorsi continui di cui riuscivo a discernere al massimo un dieci per cento, avrei voluto strozzarli, farli tacere, mettermi ad urlare in italiano o anche in ostrogoto, pur di non sentire più una sola parola in giapponese. (Riuscite a crederci?) Ovviamente non ho fatto nulla e sono rimasto buonino al mio posto, zitto zitto. Dopo qualche minuto la crisi è passata, e incredibilmente ho ricominciato a capire almeno il succo di quello che stavano dicendo.

Il fatto è che io non sono giapponese. Ogni tanto sembrano dimenticarlo. Mi parlano come niente fosse, senza pensare che appena si esce dall’ambito dei discorsi consueti devo fare mentalmente l’analisi logica di tutte le frasi che dicono – in una frazione di secondo. (Sempre sperando che non utilizzino parole o costruzioni grammaticali a me ignote.) È un processo delicatissimo. Basta un po’ di birra o un po’ di stanchezza a trasformare qualsiasi discorso in un pastone confuso da cui non riesco ad estrarre nulla di sensato. Lo stesso miscuglio di parole che mi frulla in testa ogni sera prima di addormentarmi: mina shimatte zenbu chotto arigatō gozaimashite keredomo muzukashii anmari deshō ne…

Annunci

2 commenti »

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

  1. amore..so cosa hai provato, anche a me a londra succedeva spesso..lo so, è difficile, ma tu sei bravissimo anche solo per il fatto che ci provi..bisognerebbe apprezzare anche solo questo..mi dispiace dirtelo ma vedrai che comincerai a sentirti veramente a tuo agio quando sarà ora di andare via..

  2. @polythenecam

    Grassie della comprensione! In effetti temo anch’io che succederà così… O piuttosto, temo che riuscirò a rimpiangere anche queste serate impossibili quando sarò di nuovo in Italia e non avrò più nessuno con cui parlare giapponese! – A meno che tu… ^_^
    *
    Guido


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.
Entries e commenti feeds.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: