Abbiocco

10 agosto, 2008 alle 0:01 | Pubblicato su Narrazione | Lascia un commento
Tag: ,

Alla fine è arrivato. Il principio secondo cui è inutile perdere tempo a dormire fin tanto che sono qui in Giappone oggi ha subito un duro colpo. Dopo pranzo, quando Harada-san ha suggerito di tornare a Karuizawa a riposarci un po’ (Nagano è una bella città, ma a parte lo Zenkōji non c’è molto da vedere), ho colto la proposta come un’opportunità irripetibile. (Sono n notti che dormo al massimo sei ore, sei ore e mezza.) Appena montato sul treno sono crollato e per tutto il viaggio mi sono tenuto pervicacemente attaccato al mio sonno, nonostante non sapessi dove appoggiare la testa e mi si aprisse di continuo la bocca, involontariamente. Quando abbiamo dovuto cambiare treno, quattro stazioni prima di Karuizawa, sono passato da un vagone all’altro come fluttuando su un mare di sonno. Arrivati a casa Harada, mi sono buttato a letto e prima di cena ho dormito altre due ore, pulite pulite. (Anche Harada-san, del resto, ha fatto lo stesso. Che pacchia.) 

Annunci

Lascia un commento »

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.
Entries e commenti feeds.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: